Paesi che hanno implementato politiche crittografiche

3 min


0
politiche crittografiche

criptovaluta è diventato un gran parte del sistema finanziario globale poiché è sempre più incorporato con altri settori di attività. I governi di tutto il mondo stanno ancora cercando di capire come affrontare la sua crescente popolarità.

Alcuni paesi come la Cina o l'India stanno cercando di fare tutto il possibile per fermare l'ulteriore sviluppo della tecnologia blockchain nelle loro economie. Tuttavia, sempre più governi si stanno aprendo al settore emergente e ai suoi vantaggi, migliorando la legislazione per le criptovalute e il loro ruolo sia come risorsa che come utilità.

Creare il giusto tipo di regolamenti e politiche crittografiche è essenziale per creare un ambiente in cui questa nuova tecnologia possa prosperare. Ecco i paesi che stanno guidando nell'adozione della criptovaluta.

Malta

L'isola del Mediterraneo è uno dei più grandi hub di criptovaluta al mondo. Oltre ad essere il luogo in cui si tengono alcuni degli eventi tecnologici blockchain più significativi al mondo, il suo governo ha implementato politiche crittografiche che aiutano le aziende a operare in criptovaluta.

100% fino a

$ 100 (in BTC)

+ 20% di cashback
  • Sito completamente ottimizzato
  • Ampia raccolta di slot
  • Contenuti del casinò dal vivo
Canada
Europa
Giappone
Olanda
Nuova Zelanda
Sud Africa

Solo 18+ nuovi giocatori. min. Requisito di scommessa. Valido fino a nuovo avviso. Si applicano i Termini e condizioni completi

Nel 2018, il parlamento maltese ha approvato tre leggi sulla blockchain e sulle criptovalute e ha fornito agli investitori una chiara descrizione dei requisiti legali per la creazione di un'impresa di criptovalute valida. Di conseguenza, molte imprese di criptovaluta hanno stabilito uffici sull'isola.

Sembra che Malta stia andando nella direzione in cui la criptovaluta è l'inevitabile futuro del denaro. È stato uno degli 8 paesi dell'UE che si sono impegnati a promuovere l'adozione della criptovaluta e il suo governo sostiene costantemente un'ulteriore adozione di fronte a organizzazioni internazionali come l'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Tuttavia, a Malta manca ancora una chiara regolamentazione fiscale della criptovaluta che tenga conto del rischio di schemi di riciclaggio di denaro. È in qualche modo sorprendente che Malta non abbia ancora una legge speciale che sovrintenda alla tassazione delle criptovalute, dati i tentativi del governo di creare un'atmosfera favorevole alle criptovalute. Nonostante ciò, la rigorosa regolamentazione di altri “elementi commerciali” continua ad attirare numerose aziende nel Paese.

Brasil

Il Brasile è stato uno dei paesi che ha recentemente implementato politiche crittografiche e sta esaminando diverse opzioni per riformare il proprio sistema economico. San Paolo è uno dei più grandi hub tecnologici del mondo poiché molte startup blockchain ed eventi tecnologici trovano la loro casa nella megalopoli brasiliana.

Non c'è da meravigliarsi che il governo brasiliano sia concentrato sulla digitalizzazione. Il governo ha avviato un'iniziativa chiamata "il progetto Real Digital" che mira a digitalizzare il real brasiliano entro la fine del 2022. Il paese latinoamericano è ancora adottivo e consapevole del pieno potenziale della tecnologia crittografica

Questo novembre, il Brasile ha compiuto ulteriori passi per abbracciare la criptovaluta. Il governo brasiliano ha approvato una nuova legislazione riguardante Bitcoin e altre criptovalute in Brasile. Bitcoin, noto per il suo valore digitale, è stato incluso nel settore dei "beni virtuali" a cui è applicabile il nuovo regolamento.

Bitcoin ha ricevuto l'approvazione del governo, sia come metodo di pagamento che come merce digitale per gli investimenti. L'obiettivo principale del disegno di legge è creare un'entità autorevole che supervisionerà il mercato delle criptovalute e questa responsabilità sarà nelle mani della Banca centrale del Brasile e della Securities and Exchange Commission.

Inoltre, sottolinea che è necessario seguire determinate normative e che solo i fornitori di servizi bitcoin che hanno ricevuto l'approvazione formale dal governo federale possono operare in Brasile. Inoltre, la legislazione mira a riconoscere vari fornitori in base ai loro ruoli nella negoziazione, nel trasferimento, nella custodia e nell'amministrazione.

Argentina

Non dobbiamo andare troppo lontano per trovare il prossimo pioniere della criptovaluta. Ci sono stati diversi eventi nel 2019 che hanno messo l'Argentina in prima linea come terreno fertile per l'adozione della criptovaluta. Tutto è iniziato con la partnership tra Bitex e Alto Viaje (una piattaforma per aggiungere fondi alla carta di trasporto pubblico), in modo che i passeggeri potessero pagare in BTC per le loro esigenze di trasporto pubblico.

Poiché questo progetto è stato un enorme successo, il governo argentino ha deciso di portare la criptovaluta un ulteriore passo avanti. Hanno stretto un accordo commerciale con il Paraguay in cui il Paraguay ha pagato pesticidi e prodotti di fumigazione in BTC, che è stato il primo accordo di criptovaluta per entrambi i paesi. Avere accordi internazionali condotti in Bitcoin come valuta principale è rivoluzionario e l'Argentina potrebbe essere il primo di molti paesi che lo implementeranno nel futuro commercio globale.

Il paese sudamericano è anche un grande terreno fertile per le startup blockchain, sviluppando ulteriormente il settore nel paese. Binance ha sviluppato una partnership con la città di Buenos Aires in cui finanzieranno progetti blockchain e startup per promuovere questo settore in crescita.

Sebbene non esistano politiche crittografiche legislative, queste iniziative dicono molto sull'atteggiamento del governo nei confronti della criptovaluta e della tecnologia blockchain. Ogni iniziativa blockchain finanziata da Binance riceverà un contributo corrispondente dal Ministero della Produzione e del Lavoro della nazione fino a $ 50,000. Incentivo piuttosto buono per aumentare l'impegno nel settore fintech argentino.

In conclusione, i suddetti governi sono solo alcuni di quelli che hanno visto il potenziale futuro delle criptovalute e hanno scelto di “prendere il rischio” di adottarle attraverso politiche crittografiche. Spero che i loro passi innovativi aprano la porta ad altre nazioni per accettare la tecnologia blockchain, il che si tradurrà in un'accettazione diffusa della criptovaluta.

Mi piace? Condividi con i tuoi amici!

0